fbpx
partecipazioni
Wedding

Partecipazioni: perchè farle, cosa scrivere, quando consegnarle

Le partecipazioni di nozze sono il vero biglietto da visita di un matrimonio. Un elemento da non sottovalutare ma che spesso gli sposi trascurano. Ecco perchè sono importanti, cosa scrivere e quando consegnarle

Ho voluto scrivere un articolo del mio blog dedicato alle partecipazioni, poichè è un elemento per me da non sottovalutare, ma che, ahimè, spesso gli sposi trascurano!

Il vero biglietto da visita di un matrimonio è la partecipazione di nozze. È opinione diffusa, infatti, che chi riceve l’invito non lo legga con particolare attenzione o che, addirittura, lo cestini, trascrivendo la data del matrimonio in agenda.

Questo sarà vero per i più distratti, ma una persona attenta trae diverse considerazioni:

  • Il tema del matrimonio. Ad esempio con un’atmosfera abbastanza formale ed elegante, l’ideale sarebbe avere delle partecipazioni in carta d’Amalfi, una carta molto pregiata ed elegante, magari scritte a mano. A differenza delle partecipazioni in carta colorata, che richiamano un atmosfera informale e giovanile.
  • Cosa indossare, in base al luogo delle nozze, l’orario e il periodo. Per chi vorrà, sarà possibile inserire all’interno della partecipazione il dress code”, indicando agli invitati le vostre preferenze sul loro abbigliamento (o un colore in particolare oppure con un accessorio).
  • Il tipo di regalo da fare agli sposi. In genere, per chi vorrà optare per una lista nozze all’interno inserirà il bigliettino da visita del negozio in cui h effettuato la lista oppure il conto corrente dell’agenzia di viaggio, per chi vorrà fare la lista nozze in agenzia. Per chi non farà la lista nozze e non vorrà avere l’inconveniente delle buste al matrimonio, potrà inserire il conto corrente degli sposi sul quale fare il bonifico.

Ma cosa bisogna scrivere?

Nelle partecipazioni più formali sono i genitori degli sposi ad annunciare il matrimonio, ma è una formula poco adottata al giorno d’oggi. La formula più usata prevede che siano gli sposi ad annunciare il loro matrimonio, quindi si scriveranno i nomi degli sposi, oltre ovviamente il luogo della cerimonia e del ricevimento, con i relativi indirizzi di residenza e quello della casa in cui andranno a vivere, per ricevere eventuali regali. All’esterno della busta, sarà indicato il nome della famiglia, se si scriverà “Fam. Rossi”, l’invito si intenderà esteso a tutti i membri della sua famiglia. Se si scriverà “Sig. Rossi e consorte”, questo significherà che l’invito sarà rivolto solo a loro due, analogo risultato se si scriverà solo il nome del “Si.g. Rossi Mario”, significherà che l’invito sarà solo per quella persona.

Problema fidanzati

Se avete coppie di fidanzati potete fare un invito per entrambi indicando sulla busta i due nomi. Se invece il fidanzato/a fa parte del nucleo familiare (fidanzata del cugino) potete fare un invito separato per la coppia oppure un invito singolo per la fidanzata/o.

Quando consegnarle

Le partecipazioni vanno consegnate due, tre mesi prima della data del matrimonio. Per chi ha invitati lontani che devono organizzarsi per il viaggio, le partecipazioni possono anche essere spedite quattro/cinque mesi prima. Ultimamente, è di moda l’uso del “SAVE THE DATE”, un invito informale che si può inviare anche 12 mesi prima come promemoria, a questo poi seguirà la consegna delle partecipazioni.  

SE VUOI RICEVERE UNA MINI GUIDA GRATUITA PER ORGANIZZARE IL TUO MATRIMONIO 

LASCIA LA TUA EMAIL

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *