fbpx
Covid-19,  matrimoni rinviati,  wedding planner

MATRIMONI E COVID-19: Osservazioni e consigli

La situazione di emergenza che stiamo vivendo è stato un fulmine al ciel sereno per tutti. L’imprevedibilità e la velocità di diffusione ci hanno spiazzati a tal punto che, abbiamo avuto difficoltà a metabolizzare il cambiamento repentino che ci è stato richiesto.

Ad oggi è palese che siamo chiamati ad affrontare l’emergenza, in modo attivo, (e non parlo di uscire di casa) , ma piuttosto a reagire, ingegnandoci come possiamo per portare avanti la nostra vita e i progetti che avevamo in mente di realizzare.

Non amo pensare che ci sono persone che attendono passivamente che qualcosa cambi, rinunciando a credere fortemente nei propri “sogni”.

Per molte di voi il 2020 era ed è l’anno in cui avete deciso di sposarvi, la maggior parte aveva scelto questo anno consapevolmente proprio per la simbologia numerica o perché vi ricadeva un anniversario importante.

Ma come dico sempre “Santa Speranza” nel mondo del matrimonio non esiste, e non fa che crearti uno stato d’ansia maggiore di quanto lo sia normalmente. Perché le spose si sa, sono sempre ansiose, anche senza emergenza COVID19, per le numerose aspettative che ripongono nel giorno del matrimonio.

E allora, vuoi rimanere impassibile e rinunciare al tuo sogno? CREDO PROPRIO DI NO.

 

STATO DEI FATTI. Ad oggi non sappiamo quando potremmo dichiarare finita la cosiddetta FASE 1, quella in cui i contagi sono ancora frequenti e veloci. Ma cosa fare? Analizziamo vari aspetti.
RINVIO DELLA DATA DELLE NOZZE

Se ancora non l’hai fatto e il tuo matrimonio è tra maggio e giugno, il mio consiglio è quello di spostare la data delle nozze più in là, magari in Settembre o Ottobre. Se invece ti sposi tra luglio e agosto, il mio consiglio è quello di opzionare una data, ma di non cambiarla definitivamente, ma di prendere ancora un po’ di tempo, in attesa delle direttive governative.

Prima di scegliere, contatta i tuoi fornitori e confrontati con loro per scegliere una data che trovi tutti d’accordo in termini di disponibilità, se hai scelto il rito religioso, non dimenticarti di contattare anche il sacerdote.

Rinviare la data significa anche tenere presente che, alcune cose vanno riviste, ad esempio gli allestimenti floreali e gli abiti, dovranno subire delle modifiche in rapporto alla nuova data delle nozze.

Infatti, determinate tipologie di fiore non sono reperibili in alcuni periodi oppure hanno un costo elevato, e quindi potrebbe modificare gli accordi presi in precedenza.

ACCONTI E CAPARRE

L’ aspetto economico è un altro compito da dover gestire, sia per la coppia di sposi sia per il fornitore. Sicuramente le clausole dei contratti stipulati, non fanno riferimento esplicito al caso di “pandemia”, ma in questa situazione possiamo parlare di causa di forza maggiore, dove entrambi le parti sono esonerate dalla responsabilità.

I fornitori adesso sono anch’essi presi alla sprovvista, ma non mancherà da parte loro un grande appoggio morale. Il mio consiglio è quello di parlare con i fornitori con cui avevate già preso accordi e versato un acconto per chiedere di congelarlo per la nuova data delle nozze. Ovviamente, alcune categorie potrebbero, ritenere valido l’acconto solo per l’anno in corso (2020), a fronte di una variazione di prezzo per l’anno successivo.

Nel caso in cui, non ci fosse modo di trovare un accordo con il fornitore, è possibile richiedere la restituzione dell’acconto.

OSPITI

Tra i cambiamenti che dovrete mettere in conto vi è la possibilità che il governo faccia mettere in atto delle misure restrittive per i ricevimenti.

In particolare, il distanziamento sociale, dove bisogna tenere il metro di distanza tra un soggetto e l’altro, quindi dovrebbe essere rivista la disposizione dei tavoli, come per esempio, se prima in un tavolo da 180 cm di diametro ci andavano dalle 8 alle 10 persone cosi facendo ce ne andranno 5-6 max. Inoltre, potrebbe essere ancora obbligatorio l’uso della mascherina.

UN ASPETTO POSITIVO

Come in ogni cambiamento o nuova situazione, vi è sempre un lato positivo. Il rinvio della data delle nozze, è sicuramente un occasione, per riguardare il progetto di nozze, aggiungere altri dettagli, rivedere la disposizione dei tavoli. Per chi ne avrà la possibilità, potrà aggiungere budget a quello stabilito in precedenza, per ampliare il progetto.

COSA ACCADE SE…

L’EMERGENZA COVID-19 NON RIENTRA non sarà possibile celebrare i matrimoni. Ma non è giusto porre fine al proprio sogno, annullando l’evento. Sicuramente potrete rimandare all’anno prossimo, senza dover rinunciare a nulla.

NON VUOI RINUNCIARE ALLA TUA DATA puoi pensare a celebrare il tuo matrimonio, in completa intimità, solo con i genitori e i testimoni, rinviando il ricevimento in una data in cui sarà possibile svolgerla in completa libertà. Per i più “social” si potrebbe organizzare una diretta per rendere partecipi i tuoi amici cari e parenti alla celebrazione.

Spero di esserti stata utile.

A presto.

Barbara

Iscriviti per ricevere la guida gratuita

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.